Alimentazione energetica: non sottovalutiamo il potere del cibo

0
1265
Reflusso gastroesofageo: come combatterlo attraverso l’alimentazione e i probiotici

Secondo la tradizione cinese il cibo possiede una sua energia e grazie a questa è in grado di influenzare (positivamente o negativamente) il nostro benessere.

Per il filosofo Deunov ci sono alcuni capisaldi che vanno rispettati affinché il cibo possa essere assorbito in maniera ottimale sia a livello corporeo che energetico-mentale:

  • Non si deve mangiare se si è nervosi o inquieti perchè dobbiamo tenere lontani i pensieri negativi. Si può ad esempio, ascoltare della musica piacevole, rilassante.
  • Non si deve mai mangiare a sazietà. Bisognerebbe alzarsi da tavola con “ancora un po’ di appetito”
  • Scegliere dei cibi semplici e poco elaborati.
  • Variare i cibi il più possibile. Ogni alimento ha un’energia differente e abbiamo bisogno di tutti i tipi di energia.
  • Si deve mangiare molto lentamente, perché questo aiuta il nostro sistema nervoso.
  • Non mangiate ciò che non amate
  • Non forzatevi a mangiare, quando non avete fame. 

Cosa mangiare per iniziare al meglio la nostra giornata?

Per sfruttare il potenziale energetico di alcuni cibi vi proponiamo una ricetta a base di Avena e mele.

L’Avena

Essendo ricca di fibre, questo cereale favorisce la digestione, promuove la peristalsi, sostenendo la formazione e l’espulsione delle feci e aiuta a  placare il senso di fame raggiungendo un senso di sazietà.

Impariamo una ricetta facile e veloce per ottimizzare i benefici delle mele e dell’avena https://www.dottoriesapori.it/ricette/pasticcio-di-mele-curarsi-con-lalimentazione-energetica/ 

Le mele

Contengono la pectina, un tipo di fibra solubile che agisce da vero e proprio prebiotico, alimentando e favorendo la crescita dei batteri positivi presenti nell’intestino, mantenendo la regolarità intestinale

Ecco la ricetta https://www.dottoriesapori.it/ricette/pasticcio-di-mele-curarsi-con-lalimentazione-energetica/