Fermare l’invecchiamento cerebrale con una dieta a basso contenuti di carboidrati

1
5232
Fermare l’invecchiamento cerebrale con una dieta a basso contenuti di carboidrati

Una dieta a basso contenuto di carboidrati può prevenire o addirittura invertire gli effetti dell’invecchiamento nel cervello.

Per comprendere meglio come la dieta influenzi l’invecchiamento cerebrale, un team di ricerca del College of Engineering & Applied Sciences e Renaissance School of Medicine presso la Stony Brook University,  si è concentrato sul periodo pre sintomatico in cui la prevenzione può essere più efficace.

L’autore principale dello studio Lilianne R. Mujica-Parodi, professore nel dipartimento di ingegneria biomedica  ha evidenziato come questo studio abbia portato a diverse scoperte. “La cattiva notizia è che vediamo i primi segni dell’invecchiamento del cervello molto prima di quanto si pensasse in precedenza. Tuttavia, la buona notizia è che potremmo essere in grado di prevenire o invertire questi effetti con la dieta.

Perchè il cervello invecchia

Gli scienziati pensano che quando le persone invecchiano, il loro cervello inizi a perdere la capacità di metabolizzare il glucosio in modo efficiente, facendo morire di fame i neuroni e destabilizzando le reti cerebrali. Così hanno provato a dare al cervello una fonte di combustibile più efficiente, sotto forma di chetoni, seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati o bevendo integratori a base di chetoni. 

I ricercatori affermano che i chetoni forniscono più energia alle cellule cerebrali rispetto al glucosio.Questo effetto è importante perché l’invecchiamento del cervello, e in particolare la demenza, sono associati all’“ipometabolismo”, in cui i neuroni perdono gradualmente la capacità di utilizzare efficacemente il glucosio come combustibile. Pertanto, se possiamo aumentare la quantità di energia disponibile per il cervello utilizzando un combustibile diverso, la speranza è che possiamo arginare l’invecchiamento del cervello”

Gli studi continuano ma questa importante scoperta permette di approfondire nuove strategie terapeutiche per la demenza.


Fonti:
https://news.stonybrook.edu/newsroom/study-shows-low-carb-diet-may-prevent-reverse-age-related-effects-within-the-brain/
https://www.pnas.org/content/early/2020/03/02/1913042117