Cereali integrali: ottimi per aiutare la digestione

0
439
Cereali integrali: ottimi per aiutare la digestione

È stata trovata una correlazione tra il consumo di tre porzioni di cereali integrali al giorno e la longevità.

Questo è ciò che è emerso da una ricerca della Harvard University (Usa) pubblicata su Circulation.

Come mangiare più cereali integrali?

Il consiglio delle Linee Guida per una Sana Alimentazione Italiana è consumare cereali integrali ad ogni pasto.

La dottoressa e dietista Manuela Pastore ci dà degli utili consigli per orientare la nostra dieta alimentare ad un maggior consumo di cereali integrali. 

Fin dalla colazione è bene mangiare pane integrale o di segale, biscotti con farina integrale o cereali come i fiocchi d’avena.

A pranzo, soprattutto ora che si è in vacanza, evitiamo di mangiare panini, ma prepariamo gustose insalate fredde con cereali integrali, legumi e verdure di stagione. In questo modo introduciamo le fibre, che aiutano l’intestino a lavorare al meglio e a contrastare l’assorbimento del colesterolo.

«Piatti freddi a base di pasta o riso, quinoa, farro, orzo, grano saraceno, miglio vanno benissimo sotto l’ombrellone. Così si possono preparare tantissime varianti di insalatone aggiungendo ortaggi di stagione, legumi come piselli, ceci o fave e olive» aggiunge Pastore.

Fibre, frutta e verdura sono una combinazione vincente!

Ai cereali integrali bisogna aggiungere frutta e verdura (5 porzioni al giorno) e legumi. Le fibre sono infatti il segreto della relazione tra cereali integrali e longevità, in quanto riducono la quantità di grassi nel sangue e aiutano a controllare il metabolismo degli zuccheri.

Sia le fibre solubili sia quelle insolubili favoriscono infatti il buon funzionamento gastrointestinale e svolgono anche un’azione metabolica modulando l’assorbimento di zuccheri e lipidi, dice la specialista.