Cinque regole per una digestione perfetta

0
2769
Cinque regole per una digestione perfetta

La salute dell’organismo dipende molto dalla qualità della digestione, ossia dalla capacità del nostro organismo di trasformare gli alimenti in energia e nutrimenti, distribuirli in tutto il corpo ed eliminare le tossine altrimenti nocive.

Ecco allora cinque semplici regole per una digestione perfetta e sentirsi in salute e pieni di energia.

1. La giusta cottura

 

Cuocere gli alimenti li rende più digeribili per il nostro organismo e più facili da trasformare in energia in quanto la cottura è una sorta di “pre-digestione”.

La carne, un alimento che richiede più tempo per essere digerito, va cotta leggermente e condita a piacere con aromi e spezie, ricordandosi di aggiungere poco sale.

La verdura, invece, può essere cotta al vapore – modalità che consente di mantenere inalterate le proprietà nutritive – o saltata in padella, gustosa e croccante.

Centrifuga di frutta? Facile da digerire e ricca di enzimi, vitamine e minerali.

 

 

2. Il potere delle spezie

 

Le spezie rendono ogni pietanza più digeribile, oltre che più saporita. Infatti, attivano il metabolismo e aiutano l’organismo a eliminare le sostanze tossiche di scarto.

La curcuma, ad esempio, è una spezia disintossicante che fa molto bene al fegato ed è indicata per preservare la flora batterica intestinale.

Alcune spezie vanno usate a inizio cottura (alloro) mentre altre, più delicate, sono indicate crude a fine cottura (prezzemolo, basilico, zenzero).

 

3. Masticazione

 

Masticare bene e a lungo ogni boccone – la regola dice di masticarlo almeno 30 volte prima di ingerirlo – aiuterà a rendere l’alimento più digeribile e al nostro organismo di trarne tutte le sostanze nutrizionali.

 

4. Niente frutta a fine pasto

 

La frutta richiede un tempo di digestione molto rapido rispetto a proteine e carboidrati e succhi gastrici diversi. Se assunta a fine pasto, inizierà un processo di fermentazione che bloccherà la digestione del pasto e riempirà lo stomaco di tossine e muco, compromettendo le successive fasi di trasformazione e eliminazione.

La frutta può essere invece un ottimo spuntino nutritivo da fare a metà mattina o pomeriggio.

 

5. Non mangiare troppo

 

La regola d’oro è mangiare il giusto senza strafogarsi, per aiutare lo stomaco a digerire correttamente.

Poco è buono! Prediligi alimenti ricchi di nutrienti e vitamine, e cerca di limitare il consumo di cibi raffinati e ricchi di zucchero.