Cosa mangiare o evitare quando si è a stomaco vuoto

0
174
Cosa mangiare o evitare quando si è a stomaco vuoto

Lo stomaco reagisce agli alimenti in modo diverso quando è vuoto. Alcuni cibi sani non dovrebbero essere mangiati quando si interrompe un digiuno di qualche ora, in quanto potrebbero causare diarrea, acidità, disturbi gastrointestinali, e così via.

Ecco una lista di 15 alimenti che è consigliabile mangiare o evitare quando si è a stomaco vuoto.

1. Mangiare uova

Gli studi dimostrano che mangiare uova a colazione riduce l’apporto calorico totale giornaliero. Sentitevi liberi di bollirle o friggerle.

2. Evitare i pomodori

Mangiare pomodori a stomaco vuoto può aumentare l’acidità nello stomaco a causa della presenza di acidi organici, che stimolano la digestione salivare e gastrica: diminuendo il pH dello stomaco, infatti, viene favorita la digestione. Proprio per questo motivo, però, è sconsigliato mangiare il pomodoro a digiuno, soprattutto a chi già soffre di irritazione gastrica o bruciore di stomaco.

3. Mangiare l’avena

La presenza di fibre (i beta glucani), vitamine, minerali e altri composti fitochimici contenute in questo cereale contribuisce a formare un rivestimento protettivo sul tratto gastrointestinale che protegge lo stomaco dall’eventuale consumo di altri alimenti ricchi di acidi organici. Ma non solo, l’avena svolge anche un’azione anti-colesterolo, bloccandone l’assorbimento a livello intestinale.

4. Evitare il caffè

Bere caffè o tè a stomaco vuoto può causare disturbi allo stomaco e nausea. Il caffè inoltre può indurre acidità e bruciore di stomaco.

5. Mangiare anguria

L’anguria, grazie all’alto contenuto di acqua, permette di idratare il nostro organismo a digiuno. Il suo consumo apporta benefici anche alla salute del cuore, della pelle e ai livelli di glucosio nel sangue.

6. Evitare gli agrumi

Arance, limoni e altri agrumi possono causare problemi a coloro che già soffrono di esofagite (infiammazione dell’esofago).

7. Mangiare mirtilli

I mirtilli sono un ottimo frutto per interrompere un digiuno di qualche ora. Essi contribuiscono a rafforzare il metabolismo, regolare la pressione sanguigna e migliorare la memoria.

8. Evitare le bevande zuccherate

Le bevande zuccherate (tra cui anche i succhi di frutta freschi) bevande zuccherate fanno aumentare velocemente la glicemia nel sangue, condizionando così la fame e l’acquolina.

9. Mangiare noci

Le noci minimizzano il rischio di ulcere, perché aiutano a normalizzare i livelli pH del succo gastrico prodotto dallo stomaco. Inoltre, condizionano la sensazione di sazietà, facendoci sentire pieni per molto tempo.

10. Evitare bevande gassate

Bere bevande gassate a stomaco vuoto può ridurre l’afflusso di sangue allo stomaco e danneggiare le membrane delle mucose.

11. Mangiare grano saraceno

Il grano saraceno migliora i processi digestivi ed è fonte di vitamine, ferro e proteine.

12. Evitare le spezie

Le spezie possono promuovere la produzione di acidi gastrici nello stomaco e di conseguenti danni alla mucosa se assunte a stomaco vuoto.

13. Mangiare il miele

Il miele può migliorare il movimento intestinale, la digestione, rafforzare il sistema immunitario e aiutare l’organismo a sbarazzarsi di virus e batteri.

14. Evitare lo yogurt

L’elevata acidità di uno stomaco a digiuno riduce tutti i vantaggi derivanti dell’assunzione dei batteri lattici presenti nello yogurt.

15. Mangiare polenta

La polenta aiuta ad eliminare i metalli pesanti presenti nelle cellule e nei tessuti. Essa aiuta anche a regolarizzare la microflora intestinale.

Fonte:
sanifutura.it