Cosa sono i Probiotici?

Cosa sono i Probiotici?

I probiotici sono batteri e lieviti vivi che lavorano in stretta sinergia col nostro intestino per farci stare in salute. Quando si parla di batteri si è di solito abituati a pensare a germi che causano malattie, ma non è sempre così. Il nostro organismo è pieno di batteri, sia buoni che cattivi.

I probiotici sono spesso chiamati batteri “buoni” o “utili” perché aiutano a mantenere sano l’intestino.

È possibile trovare probiotici sia in diversi alimenti, come lo yogurt, sia in integratori. Spesso i medici consigliano un ciclo di probiotici per aiutarci a reintegrare i batteri buoni che sono stati distrutti da terapie come quelle antibiotiche.

Come funzionano?

I ricercatori stanno cercando di capire esattamente come funzionano i probiotici.

Certo si sa che senza di loro non solo non potremmo assimilare il cibo che mangiamo ma nemmeno sintetizzare importanti sostanze come la serotonina, il così detto neurotrasmettitore del buon umore. Ecco perchè è importante prendersi cura del nostro intestino e quando necessario sostenerlo con dei validi integratori di probiotici.

Tipi di Probiotici

Molti tipi di batteri sono classificati come probiotici. Hanno tutti benefici diversi, ma la maggior parte provengono da tre gruppi principali:

  • Lactobacillus. Si tratta del probiotico più comune. È quello che si trova anche nello yogurt e in altri alimenti fermentati. Questi ceppi possono aiutare quando si soffre di diarrea e anche quando si hanno problemi nella digestione del lattosio, il tipico zucchero che è presente nel latte.
  • Bifidobacterium. Questo tipo di batteri è tipico di alcuni prodotti caseari. Può aiutare ad alleviare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile (IBS) ed altre situazioni di disturbi intestinali.
  • Saccharomyces boulardii si tratta di un lievito che sembra essere utile nell’aiutare a combattere la diarrea e altri problemi digestivi.

Cosa fanno?

Tra le altre cose, i probiotici, stimolando i nervi che controllano la motilità intestinale, favoriscono i movimenti di peristalsi, fondamentali per l’assorbimento del cibo e l’eliminazione degli scarti. Le loro funzioni sono veramente innumerevoli e ogni anno si scopre sempre qualcosa di nuovo. Ormai è consolidato il fatto che i probiotici siano molto importanti nel gestire alcune situazioni comuni quali:

  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Malattia infiammatoria intestinale (IBD)
  • Diarrea infettiva (causata da virus, batteri o parassiti)
  • Diarrea causata da antibiotici

C’è anche qualche ricerca che mostra come i probiotici siano utili anche per problematiche che insorgono in altre parti del tuo corpo, come ad esempio:

  • Problemi della pelle, come l’eczema
  • Salute urinaria e vaginale
  • Prevenire allergie e raffreddori
  • Igiene orale

Come scegliere i probiotici giusti per noi

A differenza di quello che accade per le aziende farmaceutiche, i produttori di integratori probiotici non devono dimostrare che i loro prodotti sono sicuri o che funzionano.

Sebbene siano ormai tutti sicuri restano ancora importanti differenze tra quelli più efficaci e quelli meno efficaci.

Quando non ci si sente troppo bene è sempre importante consultare il medico ed informarlo su tutto ciò che stiamo assumendo, farmaci ed integratori. Su questo link potete trovare una semplice guida utile per orientarvi nella scelta del miglior probiotico per voi.

Tabella Comparativa Probiotici

Vi consigliamo anche la lettura di:

Quando è importante prendere i probiotici

Probiotici: in che forma si trovano in commercio

Fonte:
https://www.webmd.com/digestive-disorders/what-are-probiotics#1