Gastrite: cosa è e cosa mangiare

0
444
Gastrite: cosa è e cosa mangiare

La gastrite consiste nell’infiammazione della mucosa che riveste lo stomaco. Può essere acuta o cronica. Come l’alimentazione può aiutare?

Per la maggior parte delle persone, la gastrite è minore e scomparirà rapidamente dopo il trattamento. Tuttavia esistono alcune forme di gastrite che possono produrre ulcere o causare un rischio più elevato di cancro.

Quali sono i sintomi della gastrite?

È spesso asintomatica, nonostante ciò, quando presenti, possono esserci alcuni sintomi:

  • digestione difficile,
  • nausea,
  • bruciore o dolore alla parte centrale dell’addome.

Cosa mangiare se si soffre di gastrite

Ci sono alcuni alimenti che possono aiutare a gestire la gastrite riducendone i sintomi. Tra questi ricordiamo:

  • Alimenti ricchi di fibre come mele, farina d’avena, broccoli, carote e fagioli.
  • Alimenti a basso contenuto di grassi come pesce, pollo e petto di tacchino.
  • Alimenti con bassa acidità o più alcalini, come le verdure.
  • Bevande non gassate.
  • Bevande senza caffeina.
  • Alimenti probiotici in grado di potenziare l’apparato digerente. 

Quali alimenti evitare

Gli alimenti ricchi di grassi possono peggiorare l’infiammazione del rivestimento dello stomaco. Ecco alcuni cibi che possono irritare lo stomaco:

  • alcool,
  • caffè,
  • cibi acidi come pomodori e alcuni frutti,
  • succo di frutta,
  • cibi grassi,
  • cibi fritti,
  • bevande gassate,
  • cibi piccanti,
  • alimenti allergenici o sintomatici.

Quali sono le cause della gastrite?

Le gastriti hanno cause diverse. Alcune di queste includono:

Grave infortunio o malattia

Le principali malattie o lesioni possono causare gastrite da stress acuto. Una lesione allo corpo (non necessariamente allo stomaco) o una malattia che colpisce il flusso di sangue allo stomaco, aumenta l’acido nello stomaco.

Danni allo stomaco

Causati da alcuni dei seguenti:

  • consumo di alcol e droghe,
  • aspirina e antidolorifici,
  • ingestione una sostanza corrosiva,
  • infezioni batteriche o virali,
  • trattamenti radioattivi alla parte superiore dell’addome o parte inferiore del torace,
  • intervento chirurgico per rimuovere una parte dello stomaco.

Infezione causata da Helicobacter pylori

Il batterio H. pylori è la causa più comune di gastrite. Presente maggiormente nei paesi meno sviluppati, provoca danni al rivestimento di muco che protegge lo stomaco, permettendo in questo modo ai potenti acidi gastrici di arrivare alla parete sottostante.

Malattia autoimmune

Anche le malattie autoimmuni possono contribuire alla gastrite. Questo può accadere quando il sistema immunitario va in cerca del tessuto sano del corpo nel rivestimento dello stomaco.

Allergie alimentari

Studi scientifici suggeriscono che, in coloro che soffrono del disturbo gastrointestinale chiamato esofagite eosinofila, l’ingestione di cibi allergenici possa essere un fattore scatenante per la gastrite.

Fonte:

https://www.healthline.com/health/gastritis-diet