Gonfiore addominale: cause e rimedi

0
1685
Gonfiore addominale: cause e rimedi

Gas intestinale e gonfiore addominale sono sintomi fastidiosi che spesso interferiscono con le nostre attività quotidiane. Vediamo le principali cause e come i fermenti lattici possono aiutare.

Gonfiore addominale: quali sono le cause? 

Avere un’alimentazione scorretta 

Spesso ci capita di mangiare fuori per pranzo o di essere di corsa e quindi saltare il pasto o stuzzicare alle macchinette.

Una dieta scorretta rappresenta però una fonte di stress e intossicazione e, se effettuata a lungo termine, provoca la tanto fastidiosa aria nello stomaco e gonfiore addominale.

Squilibrio intestinale (disbiosi) 

Alcuni alimenti possono alterare la nostra flora intestinale favorendo la proliferazione di batteri cattivi nell’intestino, con conseguente comparsa di aria nello stomaco e gonfiore.

Anche l’assunzione dei farmaci è responsabile della distruzione di alcuni dei nostri batteri buoni nell’intestino. In questo caso alimentazione corretta e l’assunzione di fermenti lattici per il gonfiore addominale possono aiutare.

Essere sotto stress 

È ormai nota la stretta correlazione tra cervello e intestino, tanto che quest’ultimo è stato definito il nostro “secondo cervello”.

Nell’intestino è presente una fitta rete neuronale (oltre cento milioni di neuroni) influenzata costantemente da fattori fisici e da stimoli di vario tipo, tra cui le emozioni e gli stati d’animo. Queste cellule rilasciano ben il 95% della serotonina totale prodotta dall’organismo. Nei casi di tensione, stress, ansia o di paura, il cervello invia all’apparato gastrointestinale l’input di produrre altra serotonina per gestire il surplus emotivo. Questo comporta, tra gli altri effetti,  la contrazione della muscolatura addominale, e il senso di gonfiore.

Cattiva digestione

Durante il processo di digestione alcuni nutrienti (soprattutto carboidrati complessi e proteine) hanno bisogno di specifici enzimi per essere digeriti. Se tali enzimi risultano carenti, si può avere nel colon la presenza di nutrienti non completamente digeriti. In questi casi, il processo di fermentazione richiede più tempo, con un maggior sviluppo di gas intestinali e conseguente gonfiore addominale.

Mancanza di attività fisica 

L’attività fisica aiuta il cibo a scorrere più rapidamente nell’intestino e influenza in modo positivo il metabolismo. Ecco perché praticare regolarmente sport, o solo una semplice camminata o corsa possono aiutare ad avere una pancia piatta.

Eliminare il gonfiore addominale mangiando 

L’alimentazione può essere una valida alleata per eliminare il gonfiore addominale.

Ecco gli alimenti che lo contrastano:

  • zenzero
  • asparagi
  • cetrioli
  • pesce.

E gli alimenti che favoriscono il gonfiore addominale:

  • zuccheri che fermentano
  • legumi
  • latte e derivati.

Per approfondire leggi l’articolo di approfondimento in fondo.

Scopri lo sgonfia panciaPubblicità

Fermenti lattici e pancia gonfia 

I probiotici sono “microrganismi che si dimostrano in grado, una volta ingeriti in adeguate quantità, di esercitare funzioni benefiche per l’organismo”, come anche afferma il documento ”Linee Guida su probiotici e prebiotici” del MInistero della Salute – Revisione Maggio 2013.

Può succedere infatti che una corretta alimentazione non sia sufficiente per portare l’intestino in uno stato di equilibrio.

Ecco perché si può integrare la dieta con il consumo fermenti lattici vivi ad azione probiotica arricchiti con:

  • Vitamine del gruppo B, per il metabolismo energetico.
  • Zinco, per il funzionamento del sistema immunitario.

È inoltre consigliabile scegliere un prodotto che contenga in quantità adeguate probiotici appartenenti a generi diversi che non entrino in competizione tra di loro per riuscire a colonizzare  in maniera più efficiente l’intestino.

Fonti:
https://panciaesalute.it/pancia-in-forma/eliminare-gonfiore-addominale-mangiando/
Linee Guida su probiotici e prebiotici, MInistero della Salute – Revisione Maggio 2013
In vitro adherence properties of Lactobacillus rhamnosus DR20 and Bifidobacterium lactis DR10 strains and their antagonistic activity against an enterotoxigenic Escherichia coli.
Microarray Analysis of a Two-Component Regulatory System Involved in Acid Resistance and Proteolytic Activity in Lactobacillus acidophilus
Selection and Characterisation of Lactobacillus and Bifidobacterium Strains for Use as Probiotics
Complete genome sequence of the probiotic lactic acid bacterium Lactobacillus acidophilus NCFM
Role of autoinducer-2 on the adhesion ability of Lactobacillus acidophilus
Safety of probiotics that contain lactobacilli or bifidobacteria
Scientific Opinion on the maintenance of the list of QPS biological agents intentionally added to food and feed