MIcrobiota e microbioma: quali sono le differenze

0
550
MIcrobiota e microbioma: quali sono le differenze

L’organismo umano è da considerarsi un super organismo in quanto è costituito da cellule sia di origine umana sia di origine microbica, il cosiddetto microbiota (o flora batterica).

Ma cosa significa microbiota? E quali sono le differenze tra microbiota e microbioma?

In questo video la dott.ssa Francesca Borgo, ricercatrice presso il dipartimento di Scienze della Salute dell’Università Statale di Milano fa chiarezza tra microbiota e microbioma.

Avere una flora intestinale (microbiota) equilibrata è fondamentale per la nostra salute

Lo squilibrio che si viene a creare tra i batteri buoni e quelli cattivi, se prolungato nel tempo, provoca infatti un danno a livello della barriera intestinale con conseguente aumento della permeabilità intestinale. Questa condizione può portare a diversi problemi tra cui stitichezza e diarrea.

Ecco dunque i consigli per avere un intestino sempre in forma e mantenere l’eubiosi intestinale

È importante seguire alcune norme:

  • fare regolare attività fisica,
  • avere una corretta alimentazione,
  • evitare le situazioni di stress, che influiscono negativamente sulla composizione della nostra flora intestinale,
  • prestare attenzione all’igiene e all’alimentazione quando si viaggia.

I probiotici? Un aiuto in più!

I probiotici sono “microrganismi che si dimostrano in grado, una volta ingeriti in adeguate quantità, di esercitare funzioni benefiche per l’organismo”, come anche afferma il documento ”Linee Guida su probiotici e prebiotici” del MInistero della Salute – Revisione Maggio 2013.

Come scegliere un buon probiotico?

Alcuni suggerimenti per una scelta più consapevole. Un buon probiotico deve:

  • Contenere cellule vive appartenenti a generi diversi che non entrino in competizione tra di loro per riuscire a colonizzare  in maniera più efficiente l’intestino.
  • Essere fermento lattico vivo ad azione probiotica per poter esplicare la sua azione.
  • Essere gastro-resistente per superare con la minor perdita possibile l’attraversamento gastrico.
  • È meglio se sono arricchiti da preziose sostanze come le vitamine per il metabolismo energetico, o altri elementi quali lo zinco,  utile per il funzionamento del sistema immunitario, e le fibre prebiotiche (FOS), il nutrimento preferito dai batteri “amici” dell’intestino.

Guida ai probiotici: la tabella comparativa per scegliere più consapevolmente

Abbiamo creato una tabella comparativa con le principali caratteristiche di ogni marchio.

La tabella è stata creata in modo tale da poter cliccare su ogni prodotto affinché possiate scegliere nel modo più adeguato possibile alle vostre esigenze.

Clicca qui per scoprire la nostra tabella comparativa

Credit photo:Background image created by Ijeab – Freepik.com