Sindrome da intestino irritabile: potenziali benefici con il programma mindfulness

0
2788
Sindrome da intestino irritabile: potenziali benefici con il programma mindfulness

Cos’è il programma mindfulness?

Il programma mindfulness insegna alle persone a vivere pienamente il presente senza perdersi in pensieri sul passato o sul futuro. Vivendo nel presente eliminiamo o ridimensioniamo molte preoccupazioni. Questo diminuisce i nostri livelli di ansia e di stress facendoci vivere più sereni.

Come funziona?

È un programma di otto settimane che si può fare anche a casa.

Si comincia con esercizi molto semplici per esempio gustare e assaporare un cioccolatino per il maggior tempo possibile concentrandosi sulle sensazioni che ci da invece di mangiarlo avidamente in due secondi.

Gli esercizi diventano a poco a poco più complessi fino a farci cambiare alcune abitudini che ci obbligano a rimanere sempre negli stessi schemi della nostra vita. Cambiando le abitudini non agiamo più in modo automatico ma consapevole. Dovendo vivere il momento la nostra mente è concentrata su ciò che facciamo e non divaga su pensieri laterali che possono aumentare la nostra ansia.

Anche l’intestino irritabile migliora con la mindfulness

Dopo la partecipazione a programmi di mindfulness, volti a ridurre lo stress, adulti con sindrome da intestino irritabile hanno avuto meno sintomi. Questo è quanto emerge dai risultati di uno studio pubblicati in Neurogastroenterology & Motility.

Lo studio

Lo studio che è stato condotto su 53 donne e 15 uomini con sindrome da intestino irritabile.

Queste persone hanno partecipato ad un programma Mindfulness di 8 settimane volto a ridurre lo stress. La maggior parte dei partecipanti ha avuto un miglioramento significativo riuscendo a diminuire l’ansia, migliorare la qualità di vita e diminuire molti sintomi gastrointestinali.

Perchè la mindfulness può aiutare contro lo stress

Secondo uno degli autori di tale studio, Kirsten Tillisch (Università della California, Stati Uniti), “un aspetto specifico della mindfulness è particolarmente importante: agire con la coscienza. Sembra che migliorando questa interazione con la coscienza momento per momento le persone con intestino irritabile si sentano meglio, probabilmente perchè questa attività del concentrarsi sul momento presente allontana il cervello da vecchie paure o preoccupazioni”.

Guglielmo Militello
Guglielmo Militello
Dottore in filosofia e biologia
Ricercatore pre-dottorale e professore assistente in filosofia della biologia presso l’Università del Paese Basco (Spagna).