Un comune additivo alimentare influenza il microbiota intestinale

Un comune additivo alimentare influenza il microbiota intestinale

L’additivo alimentare E171 può avere un effetto nocivo sulla salute umana.

E171 (biossido di titanio)

Il biossido di titanio è una sostanza di origine minerale che si presenta di colore chiaro e opaco.Quando usato negli alimenti viene indicato con la sigla E171.

È presente in oltre 900 alimenti che vengono consumati abitualmente come la gomma da masticare, le caramelle, le salse, la maionese, i prodotti a base di pesce e il formaggio.

È anche contenuto in alcuni farmaci, nei prodotti cosmetici e nelle creme solari, come filtro solare per le sue capacità di riflettere le radiazioni UV.

La Ricerca

Lo studio condotto presso l’Università di Sydney ha esaminato gli effetti del biossido di titanio sulla salute dell’intestino nei topi.  

Secondo quanto affermato dalla professoressa Laurence Macia dell’Università di Sydney, i risultati ottenuti hanno dimostrato che il biossido di titanio non ha modificato la composizione del microbiota intestinale, ma ha invece influenzato l’attività dei batteri e ne ha favorito la crescita in forma di biofilm. I biofilm sono batteri che si attaccano insieme e la formazione di biofilm è stata segnalata in malattie come il cancro del colon-retto.

 Lo studio ha evidenziato che il consumo di cibo contenente l’additivo alimentare E171 influenza il microbiota intestinale e l’infiammazione intestinale e che potrebbe causare patologie infiammatorie intestinali e il cancro del colon-retto.

Gli effetti sulla nostra salute

Il consumo di biossido di titanio è notevolmente aumentato nell’ultimo decennio ed è già stato collegato a diverse condizioni mediche e, sebbene sia approvato negli alimenti, non ci sono prove sufficienti della sua sicurezza.

L’aumento dei tassi di demenza, malattie autoimmuni, metastasi del cancro, eczema, asma e autismo sono tra i crescenti elenchi di malattie legate alla crescente esposizione alle nanoparticelle.

Secondo quanto afferma il professor Chrzanowski, esperto di nanotossicologia della School of Pharmacy dell’Università di Sydney e del Sydney Nano Institute, la composizione dietetica ha un impatto sulla fisiologia e sulla salute, ma il ruolo degli additivi alimentari è poco compreso. Inoltre vi sono prove crescenti che l’esposizione continua alle nanoparticelle ha un impatto sulla composizione del microbiota intestinale e poiché il microbiota intestinale è un guardiano della nostra salute, qualsiasi modifica alla sua funzione influisce sulla salute generale.

https://sydney.edu.au/news-opinion/news/2019/05/13/common-food-additive-found-to-effect-gut-microbiota.html

https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fnut.2019.00057/full

https://www.altroconsumo.it/alimentazione/sicurezza-alimentare/news/biossido-titanio-additivo-e171#