Combattere la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) con lo yoga

0
326
Combattere la sindrome dell'intestino irritabile (IBS) con lo yoga

La sindrome del colon irritabile (o IBS – Irritable Bowel Syndrome) colpisce un italiano su 10. Vediamo le cause e come lo yoga può aiutare l’intestino in questa condizione e non solo.

Colon irritabile: una sindrome mondiale

La sindrome del colon irritabile è una malattia cronica e debilitante del tratto gastrointestinale che si manifesta con dolore all’addome associato a irregolarità nell’evacuazione. Colpisce circa il 10-15% della popolazione mondiale e, in Italia, colpisce 1 persona su 10, soprattutto le donne.

Quali sono le cause della sindrome dell’intestino irritabile 

L’IBS e è il risultato di un’interruzione della comunicazione tra il cervello e il sistema digestivo. Ciò che rende il sistema digestivo ipersensibile  non ha una causa definita. Tuttavia si ritiene che esitano alcuni fattori scatenanti, quali:

  • gli squilibri ormonali,
  • gli antibiotici,
  • le abitudini alimentari irregolari o malsane,
  • le allergie alimentari,
  • il fumo e l’alcool.
  • Può anche essere  causato da stress, ansia o depressione.

Quindi, cosa si può fare per ottenere sollievo da questa sindrome?

Cura della sindrome dell’IBS 

Sfortunatamente non esiste un’unica cura universale per tale condizione. Tuttavia cambiamenti alla proprie abitudini alimentari possono aiutare.

È altrettanto importante tenere a bada lo stress. Come? È possibile attraverso la pratica naturale e collaudata dello yoga.

Come lo yoga aiuta i pazienti con IBS

Lo yoga è una tecnica antica che funziona a livello fisico e psicologico e unisce il corpo, la mente e lo spirito.

Si concentra sulla disciplina mentale e fisica e, dal momento che la sindrome del colon irritabile coinvolge lo squilibrio della mente e del corpo, praticare lo yoga aiuta sicuramente.

I benefici dello yoga per l’intestino

  • Migliora la circolazione sanguigna e aiuta la digestione.
  • Aumenta la consapevolezza di ognuno di noi, aiutandoci ad evitare consapevolmente pratiche non salutari che possono portare a IBS.
  • La pratica regolare dello yoga aiuta a gestire lo stress, l’ansia, la depressione e altri disturbi psicologici associati all’IBS. In un caso pubblicato quest’anno sulla rivista Complementary Therapies in Medicine è stato evidenziato che la meditazione e lo yoga (un corso di 12 settimane da fare a casa) possono aiutare il disagio vissuto da persone che soffrono di depressione. Infatti, coloro che hanno seguito il programma hanno riferito una minore incidenza di sentimenti e pensieri depressivi dopo averlo praticato.

Non solo per l’intestino, lo yoga aiuta tutto il nostro corpo 

Ecco alcune delle evidenze scientifiche più significative:

  • Allevia i dolori articolari. Tenere a bada il dolore che questi problemi causano può essere difficile e molti dei farmaci attualmente sul mercato sono dotati di numerosi effetti collaterali indesiderati, dalla possibilità di dipendenza a problemi fisici come la stitichezza e insufficienza respiratoria. Lo yoga, invece, offre la possibilità di trattare questi problemi articolari naturalmente.
  • Migliora la vita sessuale. In uno studio, pubblicato nel Journal of Sex Medicine, 65 uomini di età compresa tra 24 e 60 anni hanno dovuto seguire un programma di yoga tutti i giorni della settimana. Al termine dello studio, gli uomini hanno riportato dei miglioramenti in tutte e 7 le aree del questionario Male Sexual Quotient, che indaga il desiderio, la soddisfazione del rapporto sessuale, le prestazioni, la fiducia, la sincronizzazione con il partner, l’erezione, il controllo dell’eiaculazione e l’orgasmo.
  • Lo yoga può intervenire non solo nella gestione del peso, ma anche nel controllo del rischio di malattie cardiache o di diabete.
Fonte:
https://www.artofliving.org/yoga/health-and-wellness/yoga-for-ibs