Stitichezza: sintomi e rimedi

0
5375
Stitichezza: sintomi e rimedi

La stipsi è generalmente descritta con meno di tre movimenti intestinali alla settimana e può essere occasionale o cronica. Vediamo sintomi e rimedi.

I sintomi della stitichezza 

Tra i principali ricordiamo:

  • Meno di tre movimenti intestinali a settimana.
  • Feci dure, secche e di difficile espulsione.
  • Dolori addominali.
  • Sentire un blocco nel retto che impedisce i movimenti.
  • Sentirsi come se non ci si svuotasse completamente.
  • Bisogno di aiuto per defecare, come premere con le mani sull’addome.

La costipazione può essere considerata cronica se si sono verificati due o più di questi sintomi negli ultimi tre mesi.

Stitichezza, i rimedi 

Nella maggior parte dei casi, due sono i validi alleati per combattere il problema della stipsi: avere cura della propria alimentazione e fare un pò di esercizio fisico.

Alimentazione contro la stipsi 

  • È importante aggiungere nella propria dieta le fibre: alcune di esse infatti facilitano il movimento intestinale.
  • Per stimolare il movimento intestinale può aiutare il consumo al mattino di kiwi, pera matura, crusca o porridge d’avena.
  • Non bisogna trascurare i legumi: meglio i decorticati (più leggeri e salutari comprendono fagioli, in particolare i borlotti, i cannellini, i ceci e le lenticchie) per chi soffre di gonfiore.
  • Bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, che funziona da lassativo naturale perché stimola i movimenti dell’intestino e idrata la massa fecale.
  • Avere almeno cinque porzioni tra frutta e verdura quotidianamente.
  • In alcuni casi è utile un integratore a base di fibre: non irrita l’intestino ma ne riequilibra le funzioni.

Attività fisica, un aiuto in più 

Rimanere il più attivi possibile facendo regolarmente esercizio fisico aiuta contro la costipazione. Per questo si consiglia di fare sport almeno due volte alla settimana, in questo modo l’intestino viene stimolato.

Rimedi naturali contro la stitichezza 

Importanti inoltre i rimedi erboristici, ricordiamo:

  • Tarassaco, Boldo, Cicoria, Carciofo, che stimolano cioè la produzione di bile più abbondante e più fluida, da parte del fegato.
  • Finocchio, Cumino, Carvi, piante carminative che riducono i gonfiori addominali, spesso associati alla stitichezza.
  • Senna, Frangula, Rabarbaro, Aloe da utilizzare in presenza di stipsi più ostinata e con molta moderazione. Si tratta di rimedi fitoterapici che agiscono prevalentemente a livello dell’intestino crasso (colon), stimolando le contrazioni peristaltiche della sua muscolatura, favorendo cosí il suo svuotamento. Sono assolutamente controindicati in caso di gravidanza e allattamento, nei bambini sotto i 12 anni di età, nelle malattie infiammatorie acute a carico dell’intestino come la colite ulcerosa, enterocolite, appendicite, morbo di Crohn, in caso di dolori addominali di origine sconosciuta, nelle occlusioni intestinali acute.
Fonte:

https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/constipation/symptoms-causes/syc-20354253