Come l’intestino può letteralmente trasformarsi in una fabbrica di buon umore

Come l’intestino può letteralmente trasformarsi in una fabbrica di buon umore

Nel 1935 l’italiano Vittorio Erspamer, isolò dalla mucosa intestinale di una rana, ossia il tratto enterico, una sostanza che venne per l’appunto ribattezzata enteramina.  Si trattava di un vero e proprio neurotrasmettitore che veniva prodotto dalla mucosa intestinale. Nei decenni successivi questa sostanza venne sempre più studiata ed oggi è nota a tutti con il nome di serotonina o 5-idrossitriptamina (5-HT). La serotina è molto nota per essere associata a stati d’animo positivi, quali buon umore, gioia, e benessere generale.

Ai tempi era difficile immaginare i progressi che la scienza avrebbe fatto nello studio dell’intestino e del microbioma tuttavia era già ben chiaro  che l’intestino potesse essere un vero e proprio secondo cervello.

Come il microbiota può influenzare la produzione di serotonina

Oggi sappiamo che il microbiota intestinale non solo è un elemento chiave per il funzionamento del nostro sistema intestinale ma interagisce anche con il sistema nervoso.

C’è un vero e proprio sistema nervoso nel nostri intestino chiamato Sistema Nervoso Enterico (o ENS) nel quale per l’appunto viene rilasciata la serotonina o come un tempo veniva chiamata, l’eneramina.

Ne consegue una nuova branca di ricerca chiamata neurograstroenterologia, ossia lo studio di come la funzionalità dell’intestino interagisca con il sistema nervoso e viceversa.

 

I segnali che viaggiano dal cervello all’intestino e viceversa

Sempre più chiari sono i collegamenti tra stress e stanchezza con le disfunzioni intestinali. Oggi si sta facendo luce anche sul percorso inverso, ossia come un intestino sofferente per infiammazione cronica o per abuso di antibiotici possa interagire negativamente con il sistema nervoso.

Si è anche visto come un intestino popolato da un microbiota sano, rafforzato anche da probiotici e prebiotici, favorisca il rinnovamento dei tessuti del sistema nervoso enterico e quindi migliori la qualità della comunicazione tra intestino e cervello.

 

Fonte:
https://microbioma.it/gastroenterologia/colon-irritabile-e-microbiota-ricerca-getta-nuova-luce-sul-ruolo-della-serotonina/