Cosa significa avere il microbiota sano durante la gravidanza

0
409
Cosa significa avere il microbiota sano durante la gravidanza

La dottoressa Sabrina Anna Nervi, medico chirurgo e specialista in ginecologia e ostetricia, spiega cos’è il microbiota intestinale e come fare ad averlo sano anche durante la gravidanza.

Cos’è il microbiota?

L’intestino umano contiene una miriade di microrganismi che formano un ecosistema ben orchestrato noto come microbiota. Il microbiota gioca un ruolo vitale nel corpo umano regolando le risposte immunitarie e infiammatorie, la produzione di alcune vitamine e sostanze biologicamente attive, favorendo l’evacuazione dei composti di cibo non digeriti e dei metaboliti e alimentando il rivestimento intestinale.

Nello specifico la Dott.ssa Nervi spiega l’importanza del microbiota in gravidanza.

Donna in gravidanza e microbiota intestinale 

Quando si affronta una gravidanza, è importante avere un microbiota, detto anche flora batterica intestinale, sano e in equilibrio. In questo modo l’intestino si trova in una situazione di benessere e porta numerosi effetti benefici.

È inoltre un requisito essenziale anche per il benessere del feto, infatti più la mamma è sana, meglio sarà la vita del futuro bambino.

Come avere un microbiota sano durante la gravidanza?

L’alimentazione corretta e una regolare attività fisica regolare sono le principali attività da fare nel corso dei nove mesi. Bisogna tuttavia tener conto che la futura mamma, durante il periodo di gestazione, subirà variazioni essenziali, soprattutto nel terzo trimestre. Per questo, spiega la Dott.ssa: “La mamma, soprattutto nel terzo trimestre di gravidanza, dovrà tenere ben presente i suoi alimenti di fiducia” per ridurre le possibilità che il suo intestino funzioni in modo simile a quello delle donne con diabete.

I consigli della Dottoressa

La salute del bambino e della donna devono essere presi in carico dai tutori della salute (come medici  e ostetriche) per tutto il periodo della gravidanza e almeno 6 mesi prima. “Solo così ci sarà la salute per la nostra progenie” conclude.

Quando l’alimentazione non basta integra con i fermenti lattici vivi

Può succedere che una corretta alimentazione e una regolare attività fisica non siano sufficienti per una flora intestinale sana ed equilibrata, ecco perché si può integrare la dieta con il consumo di fermenti lattici vivi ad azione probiotica arricchiti con:

  • Vitamine del gruppo B, per il metabolismo energetico.
  • Zinco, per il funzionamento del sistema immunitario.

È inoltre consigliabile scegliere un prodotto che contenga in quantità adeguate probiotici appartenenti a generi diversi che non entrino in competizione tra di loro per riuscire a colonizzare  in maniera più efficiente l’intestino.

Per sapere di più approfondisci l’importanza del microbiota in gravidanza con la dottoressa Sabrina Anna Nervi, Medico chirurgo – Specialista in ginecologia ed ostetricia, in occasione del congresso nazionale Spazio Nutrizione.