Sindrome del colon irritabile? Forse è carenza di vitamina D

0
424
Sindrome del colon irritabile? Forse è carenza di vitamina D

La maggior parte delle persone affette da sindrome dell’intestino irritabile potrebbe avere carenza di vitamina D.

A far luce su questo problema è stato uno studio inglese, che con un test ha verificato come la maggior parte delle persone colpite dalla sindrome del colon irritabile abbia livelli insufficienti di vitamina D, in particolare tra coloro che presentano i seguenti sintomi: costipazione (81.8%), diarrea (70%) e altre abitudini intestinali tipiche della sindrome del colon irritabile (81.6%).

La carenza di vitamine D era già stata associata in studi precedenti alla fisiopatologia tipica delle malattie gastrointestinali di tipo infiammatorio e al cancro del colon-retto, così come alla depressione, ma mai fino ad ora alla sindrome del colon irritabile.

Tuttavia lo studio ha dimostrato come un’implementazione di vitamina D nella dieta possa migliorare significativamente il livello di soddisfazione della vita di coloro che soffrono di sindrome del colon irritabile.

Colon irritabile: una sindrome mondiale

La sindrome del colon irritabile è infatti una malattia cronica e debilitante del tratto gastrointestinale che colpisce circa il 10-15% della popolazione mondiale, con notevoli effetti sulla vita personale e sociale delle persone, così come su i costi di assistenza sanitaria. Ad oggi si sa ancora poco dei motivi e le modalità con cui si sviluppa questa condizione, tuttavia è chiaro che i sintomi peggiorino a seconda della dieta e dello stress e che siano spesso motivo di imbarazzo per i pazienti.