Trovato un batterio nei probiotici contro lo stafilococco, lo studio

0
695
Trovato un batterio nei probiotici contro lo stafilococco, lo studio

Un “buon” batterio comunemente presente nei supplementi digestivi probiotici aiuta ad eliminare lo Staphylococcus aureus, un tipo di batterio che può causare gravi infezioni resistenti agli antibiotici.

Ecco i risultati di un nuovo studio degli scienziati del National Institutes of Health e dei colleghi della Rajamangala University of Technology in Tailandia

Bacillus contro lo stafilococco

I ricercatori, guidati dagli scienziati del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) del NIH, hanno scoperto inaspettatamente che i batteri Bacillus impedivano ai batteri S. aureus di crescere nell’intestino e nel naso di individui sani. Quindi, utilizzando un modello di studio dei topi hanno identificato esattamente come ciò accade.

I benefici dei probiotici per il nostro intestino

“I probiotici sono spesso raccomandati come integratori alimentari per migliorare la salute dell’apparato digerente”, ha detto il direttore del NIAID Anthony S. Fauci. “Questo è uno dei primi studi che descrive esattamente come possono funzionare per fornire benefici per la salute. Un’efficace alternativa al trattamento antibiotico per alcune condizioni è scientificamente interessante e degna di ulteriori esplorazioni. “

Stafilococco: di cosa si tratta?

Le infezioni da stafilococco causano decine di migliaia di morti in tutto il mondo ogni anno. Staphylococcus aureus resistente alla meticillina, o MRSA, è familiare a molte persone come causa di una grave malattia. Meno noto è che S. aureus spesso può vivere nel naso o nell’intestino senza causare alcun danno. Tuttavia, se la barriera cutanea si rompe o il sistema immunitario viene compromesso, questi batteri colonizzatori possono causare gravi infezioni.

Lo studio ed i risultati

Gli scienziati hanno reclutato 200 volontari nella Thailandia rurale per lo studio. Prima sono stati analizzati campioni fecali di ciascuno dei partecipanti allo studio per batteri correlati all’assenza di S. aureus. Hanno trovato 101 campioni positivi per Bacillus, principalmente B. subtilis – il tipo trovato mescolato con altri batteri in molti prodotti probiotici. I batteri Bacillus formano spore che possono sopravvivere in ambienti difficili e comunemente vengono ingeriti naturalmente con le verdure, consentendo loro di crescere temporaneamente nell’intestino. Gli scienziati hanno poi prelevato le stesse 200 persone per S. aureus nell’intestino (25 positivo) e nel naso (26 positivo). Sorprendentemente, non hanno trovato S. aureus in nessuno dei campioni in cui erano presenti i Bacillus.

Le conclusioni

Gli scienziati NIAID e thailandesi hanno in programma di testare se un prodotto probiotico che contiene solo B. subtilis possa eliminare S. aureus nelle persone. In futuro si vogliono effettuare ulteriori studio. Michael Otto, ricercatore del NIAID, conclude: “Speriamo di determinare se un semplice regime probiotico possa essere utilizzato per ridurre i tassi di infezione di Stafilococco”.

Fonti:
https://www.nature.com/articles/s41586-018-0616-y
https://www.niaid.nih.gov/news-events/nih-study-finds-probiotic-bacillus-eliminates-staphylococcus-bacteria

Credit photo: Medical vector created by Brgfx – Freepik.com